I frutti di Mare

Avatar utente
Kraken
Socio Fondatore
Messaggi: 15179
Iscritto il: 28 set 2009, 23:30
Imbarcazione posseduta: Acquaviva sea leader 24
Dove Navighiamo: Golfo di Pozzuoli,golfo di Napoli,le isole,Procida,Ischia,Capri,Ponza,Ventotene,ecc.ecc.
Località: Napoli
Contatta:

Re: I frutti di Mare

Messaggio da Kraken » 13 mar 2018, 17:40

mikke ha scritto:
12 mar 2018, 23:53
:shock
Mai visto. :inchino oppure l'ho visto ma non sapevo cos'era. :smt102,
Ma si apre? Fanno qualche movimento?

Mi spiego, i mussoli da lontano li vedi che hanno i gusci aperti ( sembrano le ali degli angeli) ma come ti avvicini si chiudono. Molte volte è quello il movimento che ti permette di vederli.
Anche questi li vedi da lontano,a volte ne trovi intere colonie sui punti di corrente attaccate agli scogli, hanno forma di una patata molto irregolare,specie le grosse,di colore marrone scuro,non appena le tocchi le vedi "sputare" acqua dal sifone e rimpicciolirsi ma si attaccano ancora più fortemente allo scoglio,si "arrognano" :smt044 si restringono ,ci vuole un po di forza per staccarle ruotandole :smt039 appartengono alla famiglia delle ascidie,le trovi di diversi colori,dal bianco al rosso.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Augusto,il Mare è uno solo!!!!

Avatar utente
mikke
Moderatore
Messaggi: 6758
Iscritto il: 06 mar 2012, 09:33
Imbarcazione posseduta: Saver 690 cabin sport Mercury verado 200 CV
Dove Navighiamo: alto Adriatico, Croazia.
Località: Porto buso
Contatta:

Re: I frutti di Mare

Messaggio da mikke » 13 mar 2018, 18:06

Kraken ha scritto:
13 mar 2018, 17:40
mikke ha scritto:
12 mar 2018, 23:53
:shock
Mai visto. :inchino oppure l'ho visto ma non sapevo cos'era. :smt102,
Ma si apre? Fanno qualche movimento?

Mi spiego, i mussoli da lontano li vedi che hanno i gusci aperti ( sembrano le ali degli angeli) ma come ti avvicini si chiudono. Molte volte è quello il movimento che ti permette di vederli.
Anche questi li vedi da lontano,a volte ne trovi intere colonie sui punti di corrente attaccate agli scogli, hanno forma di una patata molto irregolare,specie le grosse,di colore marrone scuro,non appena le tocchi le vedi "sputare" acqua dal sifone e rimpicciolirsi ma si attaccano ancora più fortemente allo scoglio,si "arrognano" :smt044 si restringono ,ci vuole un po di forza per staccarle ruotandole :smt039 appartengono alla famiglia delle ascidie,le trovi di diversi colori,dal bianco al rosso.
:smt023 :inchino

Avatar utente
Kraken
Socio Fondatore
Messaggi: 15179
Iscritto il: 28 set 2009, 23:30
Imbarcazione posseduta: Acquaviva sea leader 24
Dove Navighiamo: Golfo di Pozzuoli,golfo di Napoli,le isole,Procida,Ischia,Capri,Ponza,Ventotene,ecc.ecc.
Località: Napoli
Contatta:

Re: I frutti di Mare

Messaggio da Kraken » 13 mar 2018, 19:00

I ricci di mare. Una vera leccornia,facilmente raccoglibili sui nostri fondali,ovunque o quasi.Sono diverse le specie,di diverse dimensioni,bastano un paio di guanti da giardinaggio per raccoglierli ,ma attenzione a non raccogliere i ricci neri,i maschi,non servono a nulla ed è solo una diceria che i neri siano i maschi e che non siano commestibili. I neri sono una delle tante razze di ricci. I ricci colorati,identici ai neri ma solo di diversi colori.Nel periodo della riproduzione sono pieni di uova,osservateli bene hanno l'abitudine di andarsene in giro per il fondo con delle foglie di poseidonia,o pezzetti di alga attaccati sulle spine,mi è capitato spesso di vederli con bicchierini di plastica,quelli del caffè,sulle spine,a volte anche con dei sassolini. Sono i migliori e più pieni di uova.Anche quelli con le spine più corte e più chiari di colore e anche più grossi, sono ottimi da mangiare.Fate attenzione a quando aprite i ricci,le spine volano da tutte le parti e conficcati sotto la pianta di piedi danno molto fastidio.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Augusto,il Mare è uno solo!!!!

Avatar utente
Ninosan
Associati
Messaggi: 1435
Iscritto il: 11 lug 2016, 14:45
Imbarcazione posseduta: Bruno Abbate_Primatis G41 2 VP 350
Dove Navighiamo: Nord Adriatico

Re: I frutti di Mare

Messaggio da Ninosan » 19 mar 2018, 21:10

Kraken ha scritto:
12 mar 2018, 23:16
Le Attinie : vivono dappertutto dal bagnasciuga fino ai dieci metri di profondità,ovunque vi immergiate lungo le nostre coste li noterete,somigliano a piante ma sono animali,si nutrono di piccoli pescetti che si trovino a passare nei loro paraggi.ATTENZIONE,sono estremamente urticanti specie se vengono a contatto con le nostre parti più sensibili della pelle,occhi e labbra,MA sono ottimi da mangiare,cotti perdono la caratteristica urticante e ne bastano una decina per un ottimo spaghetto o linguina. Per raccoglierli basta indossare dei guanti ed un attrezzo per scalzarli dalla pietra a cui sono attaccati a mezzo di ventose.Basta toccarli un po e si richiudono dopodiché con l'attrezzo si scalzano,semplice!!
Queste le ho conosciute in calabria. Un'amico calabrese le prendeva a mani nude, con le unghie le staccava dalla roccia o pietra, in alternativa usava una forchetta. Sono orticanti ma non tanto, sui polpastrelli delle dite non hanno effetto a causa della pelle spessa. Sciacquate in acqua dolce morivano. Poi si lasciano scolare e asciugare. Infarinate e fritte sono una specialita', molto buone davvero.
Nino

Avatar utente
Openboat
Socio Fondatore
Messaggi: 15187
Iscritto il: 09 gen 2009, 21:47
Imbarcazione posseduta: Gobbi
Dove Navighiamo: Adriatico:tutto
Località: Rimini-Ravenna

Re: I frutti di Mare

Messaggio da Openboat » 19 mar 2018, 21:15

Ninosan ha scritto:
19 mar 2018, 21:10
Queste le ho conosciute in calabria. Un'amico calabrese le prendeva a mani nude, con le unghie le staccava dalla roccia o pietra, in alternativa usava una forchetta. Sono orticanti ma non tanto, sui polpastrelli delle dite non hanno effetto a causa della pelle spessa. Sciacquate in acqua dolce morivano. Poi si lasciano scolare e asciugare. Infarinate e fritte sono una specialita', molto buone davvero.
Ohi...Questa dell'attinia che si mangia mi giunge nuova... non la sapevo... :smt017
God is my copilot

Avatar utente
Ninosan
Associati
Messaggi: 1435
Iscritto il: 11 lug 2016, 14:45
Imbarcazione posseduta: Bruno Abbate_Primatis G41 2 VP 350
Dove Navighiamo: Nord Adriatico

Re: I frutti di Mare

Messaggio da Ninosan » 19 mar 2018, 21:19

Openboat ha scritto:
19 mar 2018, 21:15
Ninosan ha scritto:
19 mar 2018, 21:10
Queste le ho conosciute in calabria. Un'amico calabrese le prendeva a mani nude, con le unghie le staccava dalla roccia o pietra, in alternativa usava una forchetta. Sono orticanti ma non tanto, sui polpastrelli delle dite non hanno effetto a causa della pelle spessa. Sciacquate in acqua dolce morivano. Poi si lasciano scolare e asciugare. Infarinate e fritte sono una specialita', molto buone davvero.
Ohi...Questa dell'attinia che si mangia mi giunge nuova... non la sapevo... :smt017
Unica accortezza e' di prenderle piccole, le grandi sono un problema per la cottura visto che e' preferibile non tagliarle.
Nino

Avatar utente
Kraken
Socio Fondatore
Messaggi: 15179
Iscritto il: 28 set 2009, 23:30
Imbarcazione posseduta: Acquaviva sea leader 24
Dove Navighiamo: Golfo di Pozzuoli,golfo di Napoli,le isole,Procida,Ischia,Capri,Ponza,Ventotene,ecc.ecc.
Località: Napoli
Contatta:

Re: I frutti di Mare

Messaggio da Kraken » 19 mar 2018, 21:54

Nella fase di cottura,le attinie ritirano tutti i "peduncoli" non so se chiamano cosi,in un unico blocco, io a dire la verità prendo e mangio sia le grandi che le piccole,le grandi dopo cottura le taglio a pezzetti,sono ottime :smt039 :smt039 :smt039
Augusto,il Mare è uno solo!!!!

Avatar utente
Kraken
Socio Fondatore
Messaggi: 15179
Iscritto il: 28 set 2009, 23:30
Imbarcazione posseduta: Acquaviva sea leader 24
Dove Navighiamo: Golfo di Pozzuoli,golfo di Napoli,le isole,Procida,Ischia,Capri,Ponza,Ventotene,ecc.ecc.
Località: Napoli
Contatta:

Re: I frutti di Mare

Messaggio da Kraken » 19 mar 2018, 22:05

Le canestrelle sono simili alle capesante per forma ma più piccole di dimensioni,max5/6 cm di larghezza,e di colore marrone scuro,mentre le capesante marroncino molto chiaro e bianche,max10/15 cm di larghezza,stesso frutto all'interno e stessa famiglia solo un pò più dolci le canestrelle.Le trovo migliori addirittura ma è un giudizio personale.Le capesante si trovano sui fondali sabbiosi appoggiati al fondo,si mimetizzano ricoprendosi di sabbia e l'occhio ben allenato ne distingue i contorni, spesso le ho viste spostarsi agitando fortemente i gusci creando una spinta di reazione.Le canestrelle vivono generalmente attaccate ai filari di cozze d'allevamento mischiate alle cozze stesse,oppure a qualunque altro oggetto che pensola in acqua,ad esempio lungo le catenarie dei pontili galleggianti nuotano anche loro come le capesante ma più veloci e facili prede.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Augusto,il Mare è uno solo!!!!

Avatar utente
Kraken
Socio Fondatore
Messaggi: 15179
Iscritto il: 28 set 2009, 23:30
Imbarcazione posseduta: Acquaviva sea leader 24
Dove Navighiamo: Golfo di Pozzuoli,golfo di Napoli,le isole,Procida,Ischia,Capri,Ponza,Ventotene,ecc.ecc.
Località: Napoli
Contatta:

Re: I frutti di Mare

Messaggio da Kraken » 19 mar 2018, 22:10

Le Ostriche,non posso mancare nel descriverle.Anche loro bivalve,quelle nostrane e selvatiche sono tondendeggiante rispetto alle francesi,d'allevamento,di forma allungata.Si trovano anche su bassi fondali tra scogli e posidonia misti a sabbia,a volte attaccate a grappolo fra loro a agli scogli e basta un coltellaccio per scalzarle.Frutto carnoso e gustoso va generalmente mangiata cruda con pepe e limone.Attenzione nell'aprirle le squamosità del guscio sono taglienti .Per aprirle basta infilare la punta di un coltello tra i due gusci,in un piccolo tratto del guscio c'è una leggera apertura per infilarvi il coltello, tagliare il muscolo che le tiene chiuse ed è fatta.Già nel primo secolo A.C. erano allevate in Italia e per l'esattezza a Baia(Na)Sergio Orata fu fra i primi ad essersi dedicato all'acquacoltura: diede avvio a un allevamento delle ostriche, attività che gli procurò grandi guadagni. Si dice ancora che sia stato il primo ad aver rivendicato la superiorità dei mitili provenienti dal Lago di Lucrino.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Augusto,il Mare è uno solo!!!!

Rispondi

Social Media

       

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite