I frutti di Mare

Avatar utente
Kraken
Socio Fondatore
Messaggi: 15067
Iscritto il: 28 set 2009, 23:30
Imbarcazione posseduta: Acquaviva sea leader 24
Dove Navighiamo: Golfo di Pozzuoli,golfo di Napoli,le isole,Procida,Ischia,Capri,Ponza,Ventotene,ecc.ecc.
Località: Napoli
Contatta:

Re: I frutti del Mare

Messaggio da Kraken » 06 gen 2013, 22:03

Mitylus,i mitili,ovvero le Cozze,i Muscoli o i Peoci e le cozze "pelose" che appartengono alla stessa famiglia ma con "peli" sul guscio e dal sapore più intenso,quasi come i datteri di Mare.Sono i bivalve più famosi e di cui è ricco il Mediterraneo inutile dire come si pescano o si raccolgono,non hanno bisogno di pubblicità ancor più inutile dire di non raccoglier quelle che sono a pelo d'acqua.Tuttavia qualcosa che forse non conoscete lo voglio dire.Le migliori sono quelle che crescono nei pressi degli allevamenti,perchè il mare è più pulito principalmente, da loro stesse, poichè filtri naturali dell'acqua in quanto si nutrono di particelle in sospensione trasportate dalla corrente e proprio il gran numero di cozze rende le acque abbastanza pulite. Proprio agli allevamenti e precisamente sui "capitesta"sarebbero i terminali dell'impianto,nascono mitili selvatici non raccolti dagli allevatori,le cozze nate spontaneamente dalle uova di quelle di allevamento,sono le migliori in assoluto,se chiedete il permesso di raccoglierne qualche kg,difficile che lo neghino.Da sempre,comunque le cozze nascono spontaneamente lungo i litorali rocciosi o banchi e creano,nel periodo primaverili dei manti neri in grado di ricoprire intere scogliere.Dopo averli raccolti,i mitili lavateli stesso in mare stropicciandoli tra loro,mangiateli freschi e cotti, li potete tenere in frigo,vivi,per 3/4 giorni senza aggiungere niente vedrete quasi raddoppiare il frutto all'interno,assorbono la loro stessa acqua.Per raccogliere le cozze, basta saper scendere sott'acqua in apnea a pochi metri,con un paio di guanti da lavoro non c'è bisogno di alcun arnese basta strapparle e metterle in un retino. :smt039 :smt039 :smt039
Augusto,il Mare è uno solo!!!!

Avatar utente
Kraken
Socio Fondatore
Messaggi: 15067
Iscritto il: 28 set 2009, 23:30
Imbarcazione posseduta: Acquaviva sea leader 24
Dove Navighiamo: Golfo di Pozzuoli,golfo di Napoli,le isole,Procida,Ischia,Capri,Ponza,Ventotene,ecc.ecc.
Località: Napoli
Contatta:

Re: I frutti del Mare

Messaggio da Kraken » 06 gen 2013, 22:07

Cozze in allevamento
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Augusto,il Mare è uno solo!!!!

Avatar utente
Marenostrum66
Appassionato
Messaggi: 2559
Iscritto il: 20 set 2012, 14:57
Imbarcazione posseduta: Zar 97 2x300 Hp Suzuki
Dove Navighiamo: Sardegna, Corsica, Baleari

Re: I frutti del Mare

Messaggio da Marenostrum66 » 06 gen 2013, 22:14

Io non voglio sembrare off topic....e adoro i frutti di mare....ma non posso scordare quella volta che dopo un piatto di spaghetti alle vongole a cena, a Ravenna... tornando di sera ebbi un crescente mal di pancia così forte che per contrastarlo dovevo stringere gli addominali allo spasimo... fino a che... boing... svenni in tangenziale a Bologna fermandomi dolcemente con la fiancata sul guard rail a destra!!!!.

se mi spieghi come si riconoscono quelle andate... mi fai una cortesia :smt083
....VENTO IN POPPA!!!!

Avatar utente
Kraken
Socio Fondatore
Messaggi: 15067
Iscritto il: 28 set 2009, 23:30
Imbarcazione posseduta: Acquaviva sea leader 24
Dove Navighiamo: Golfo di Pozzuoli,golfo di Napoli,le isole,Procida,Ischia,Capri,Ponza,Ventotene,ecc.ecc.
Località: Napoli
Contatta:

Re: I frutti del Mare

Messaggio da Kraken » 06 gen 2013, 23:11

Marenostrum66 ha scritto:Io non voglio sembrare off topic....e adoro i frutti di mare....ma non posso scordare quella volta che dopo un piatto di spaghetti alle vongole a cena, a Ravenna... tornando di sera ebbi un crescente mal di pancia così forte che per contrastarlo dovevo stringere gli addominali allo spasimo... fino a che... boing... svenni in tangenziale a Bologna fermandomi dolcemente con la fiancata sul guard rail a destra!!!!.

se mi spieghi come si riconoscono quelle andate... mi fai una cortesia :smt083
Quelle andate le riconosci subito,almeno se le vedi prima di cucinarle,sono leggermente aperte o del tutto aperte,sono morte e se non sai da quanto tempo,conviene scartarle e buttarle via,generalmente io durante il lavaggio sotto la fontana,le agito una contro l'altra e ne sento il rumore,a volte capita quella chiusa e piena di sabbia la riconosci solo dal rumore diverso che fa,infatti se la apri o è morta o piena di sabbia o fango,basta una a rovinarti uno spaghetto.Counque credo che il tuo mal di pancia sia dovuto ad una tossina di alghe che è presente a volte solo in una o due e che con la cottura non svanisce,non c'è nulla da fare,i sintomi sono proprio quelli che hai manifestato tu e compaiono da subito dopo averle mangiate fino a 6/7 ore dopo.Generalmente capita con frutti di mare di dubbia provenienza e non "spurgate",anche con le cozze può accadere a volte capita che nello stesso allevamento di cozze,a pochi metri una dall'altra alcune sono buone ed altre infestate dalle alghe tossiche.Questo non vuol dire che sia pericoloso mangiarle anzi io le mangio da sempre e crude.Farei però,attenzione a farle mangiare a dei bambini o a degli anziani.:smt102 :smt102 :smt102
Augusto,il Mare è uno solo!!!!

Avatar utente
Marenostrum66
Appassionato
Messaggi: 2559
Iscritto il: 20 set 2012, 14:57
Imbarcazione posseduta: Zar 97 2x300 Hp Suzuki
Dove Navighiamo: Sardegna, Corsica, Baleari

Re: I frutti del Mare

Messaggio da Marenostrum66 » 06 gen 2013, 23:39

Hai esattamente descritto la mia situazione. MI spiegarono infatti che certe tossine, nob sapevo provenissero dalle alghe, non muoiono con la cottura. Il dolore passò il giorno dopo ma soprattutto temo che il fatto mi sensibilizzo ai frutti di mare, che mangio ancora con gusto... ma non esagero!.
E' vero che la soluzione, se le hai in mano crude, è un ottimo lavaggio abbondante e lungo in acqua corrente? come e per quanto tempo?
Ma una volta nel piatto insieme agli spaghetti non c'è verso di capirlo... vero?! :smt017
....VENTO IN POPPA!!!!

Avatar utente
Stefanino
Appassionato
Messaggi: 2106
Iscritto il: 25 feb 2009, 16:05
Imbarcazione posseduta: master 730 monsellato motore wv marine tdi 150 cv
Dove Navighiamo: fuori chioggia , laguna venetae croazia
repubblica srenissima venezia
Località: stato da mar

Re: I frutti del Mare

Messaggio da Stefanino » 06 gen 2013, 23:49

Kraken ha scritto:Comincio con la regina dei frutti di Mare per antonomasia :LE VONGOLE. Molto diffusa nei nostri mari specie in adriatico e basso tirreno,in acque salmastre ed in mare,alle foci dei fiumi,vive a basse profondità,mi è capitato anche di pescarle in 20 cm d'acqua,sono dei molluschi bivalve e prediligono fondali sabbiosi e fangosi sono molto gustose dal sapore dolce e polpa tenera,da qualche anno sono state importate le vongole filippine nell'alto adriatico,si stanno diffondendo rapidamente e si differenziano dalle nostrane per le dimensioni,sono più grandi,la polpa più duretta ed il guscio più debole ma buone ugualmente.Come si pescano, generalmente quando vi capita di vederle, se la vedete fuori dalla sabbia è morta o vuota,abituatevi a vedere due piccoli "occhi"sul fondo alla distanza circa di 1 cm,capita di vederne migliaia.il sistema che usavo per catturarle era quello di infilare il mio coltello da sub lateralmente ed inclinato nella sabbia in modo da fermarne la fuga.Già sono molto veloci ed al minimo movimento scendono anche 60cm sotto il fondo diventando imprendibili.Dicevo infilare il coltello con una mano e con l'altra mano anzi con tre dita la recuperavo.Una volta capito il sistema non ci vuole molto a prenderne diversi kg.Se invece capita il fondale fangoso il sistema resta lo stesso ma cambia l'utensile,Una specie di spadone,ricavato da una balestra d'auto(50cm) al quale su un lato avevo fatto una specie di manico e l'altra estremità l'avevo appuntita e affilata ,nel fango sono molto più veloci a scenderne sotto.In una zona ricca di vongole ,tipo Taranto o Chioggia in 2/3 ore se ne raccoglievano quintali.E' solo una questione di stile,in più ci vuole la velocità e destrezza.Con questo metodo non si distrugge il fondo ne si fanno danni all'ecosistema e si possono raccogliere,volendo, solo quelle più grandi.
HAHAHHA me sa che qua ghe se un fia de confusion fra cappeonghe e capparossoi fiippini e scorsafina hahahahah :cross
traduttore (HAHAHA per me qui ce un po di confusione fra canolicchi vongole veraci filippine e nostrane guscio fino hahaha :cross
io stasera go da preparal le canne da pesca par domani mattina e non posso intervegner, ma di sicuro un capparossoearo (uno che va a vongole )ci sara qui a fare le mie veci ? sveglia ae sie. (sei .) :cross :cross :cross :cross :cross :cross
1 cosa so, che nessuna cosa so

Avatar utente
Stefanino
Appassionato
Messaggi: 2106
Iscritto il: 25 feb 2009, 16:05
Imbarcazione posseduta: master 730 monsellato motore wv marine tdi 150 cv
Dove Navighiamo: fuori chioggia , laguna venetae croazia
repubblica srenissima venezia
Località: stato da mar

Re: I frutti del Mare

Messaggio da Stefanino » 06 gen 2013, 23:52

kraken sui peoci (cozze ) :inchino ma de capparossoi cappelunghe e bevarasse buli :cross (vongole veraci canolicchi vongola normale e garusoli ) :smt017 :cross :cross :cross :cross hahahhaha
1 cosa so, che nessuna cosa so

Avatar utente
Kraken
Socio Fondatore
Messaggi: 15067
Iscritto il: 28 set 2009, 23:30
Imbarcazione posseduta: Acquaviva sea leader 24
Dove Navighiamo: Golfo di Pozzuoli,golfo di Napoli,le isole,Procida,Ischia,Capri,Ponza,Ventotene,ecc.ecc.
Località: Napoli
Contatta:

Re: I frutti del Mare

Messaggio da Kraken » 06 gen 2013, 23:55

Marenostrum66 ha scritto:Hai esattamente descritto la mia situazione. MI spiegarono infatti che certe tossine, nob sapevo provenissero dalle alghe, non muoiono con la cottura. Il dolore passò il giorno dopo ma soprattutto temo che il fatto mi sensibilizzo ai frutti di mare, che mangio ancora con gusto... ma non esagero!.
E' vero che la soluzione, se le hai in mano crude, è un ottimo lavaggio abbondante e lungo in acqua corrente? come e per quanto tempo?
Ma una volta nel piatto insieme agli spaghetti non c'è verso di capirlo... vero?! :smt017
Il lavaggio lo faccio per pulire i gusci all'esterno,non serve per pulire dalle eventuali tossine,le schiacquo un paio di volte e sempre sbatacchiandole tra loro anche per trovarne qualcuna vuota dentro del frutto ma piena di sabbia.Nel piatto cotte non vedrai più nulla,sentirai solo sapore e profumo di mare.Questa procedura è valida per quelle che eventualmente peschi tu o che acquisti ma se vai a ristorante o ti fidi o ti fidi :cool: :cool: :cool: :smt039 :smt039
Augusto,il Mare è uno solo!!!!

Avatar utente
Kraken
Socio Fondatore
Messaggi: 15067
Iscritto il: 28 set 2009, 23:30
Imbarcazione posseduta: Acquaviva sea leader 24
Dove Navighiamo: Golfo di Pozzuoli,golfo di Napoli,le isole,Procida,Ischia,Capri,Ponza,Ventotene,ecc.ecc.
Località: Napoli
Contatta:

Re: I frutti del Mare

Messaggio da Kraken » 07 gen 2013, 20:40

Continuo con i bivalve,vi parlo di tartufi di mare o noci di mare o taratufi dalle mie parti e delle fasolare,vivono e si pescano tra i -2 ed i -30mt su fondali sabbiosi misti a radici di poseidonie,appartengono anche loro alla famiglie delle vongole e come loro si nascondono sotto la sabbia ma non s'inabissano restano li appena coperti da uno strato di sabbia,con un occhio allenato son facili da distingure,come gli altri bivalvi si vedono i due sifoni,come due occhietti ravvicinati.Sono molto gustosi sia cotti che crudi.Ci sono diversi sistemi per pescarli da un sub o anche da qualcuno che sappia scendere a poca profondità.Ho visto alcuni che muniti di pinne in 2mt d' acqua agitare le gambe e poi fare la capriola e raccogliere i frutti che sono rimasti coperti dalla sabbia.Altro sistema è quello di sfruttare la paura di questi bivalvi per raccoglierli,credo che vi sarà capitato di vederli vivi ,nelle pescherie,con le loro "lingue"ed i sifoni fuori dal guscio,ebbene,non appena si tocca anche solo il bordo della tinozza,si chiudono impauriti spruzzando l'acqua anche a distanza.Ecco sott'acqua basta fare del rumore percuotendo il fondo con qualsiasi cosa che avete tra le mani,vedrete gli spruzzetti d'acqua che faranno nel richiudersi.Io uso un coltellaccio da sub,lo conficco nella sabbia e stesso con il coltello li estraggo.Raccoglierli è solo una questione di velocità e di colpo d'occhio.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Augusto,il Mare è uno solo!!!!

Avatar utente
Stefanino
Appassionato
Messaggi: 2106
Iscritto il: 25 feb 2009, 16:05
Imbarcazione posseduta: master 730 monsellato motore wv marine tdi 150 cv
Dove Navighiamo: fuori chioggia , laguna venetae croazia
repubblica srenissima venezia
Località: stato da mar

Re: I frutti di Mare

Messaggio da Stefanino » 09 gen 2013, 10:30

li potete tenere in frigo,vivi,per 3/4 giorni senza aggiungere niente vedrete quasi raddoppiare il frutto all'interno,assorbono la loro stessa acqua.
questa no a savevo (sapevo) :smt023
1 cosa so, che nessuna cosa so

Avatar utente
bebo
Appassionato
Messaggi: 3164
Iscritto il: 21 dic 2009, 19:32
Imbarcazione posseduta: Soremar Spitze 21 open
Dove Navighiamo: Napoli e dintorni
Località: Napoli

Re: I frutti di Mare

Messaggio da bebo » 09 gen 2013, 11:12

Le vongole le pesco almeno una volta a settimana......... a 20 euro al Kg!!! :sarc :sarc

e senza bagnarmi manco un dito :sneaky
Umberto

Avatar utente
Stefanino
Appassionato
Messaggi: 2106
Iscritto il: 25 feb 2009, 16:05
Imbarcazione posseduta: master 730 monsellato motore wv marine tdi 150 cv
Dove Navighiamo: fuori chioggia , laguna venetae croazia
repubblica srenissima venezia
Località: stato da mar

Re: I frutti di Mare

Messaggio da Stefanino » 09 gen 2013, 12:18

da noi ge ne se talmente tanti che li nasse (nascono) anche sui alberi
:cu
apparte gli scerzi ,deventa utie anca sto link lava-peoci-o-cozze-t9366.html
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
1 cosa so, che nessuna cosa so

Avatar utente
Kraken
Socio Fondatore
Messaggi: 15067
Iscritto il: 28 set 2009, 23:30
Imbarcazione posseduta: Acquaviva sea leader 24
Dove Navighiamo: Golfo di Pozzuoli,golfo di Napoli,le isole,Procida,Ischia,Capri,Ponza,Ventotene,ecc.ecc.
Località: Napoli
Contatta:

Re: I frutti di Mare

Messaggio da Kraken » 12 mar 2018, 23:16

Le Attinie : vivono dappertutto dal bagnasciuga fino ai dieci metri di profondità,ovunque vi immergiate lungo le nostre coste li noterete,somigliano a piante ma sono animali,si nutrono di piccoli pescetti che si trovino a passare nei loro paraggi.ATTENZIONE,sono estremamente urticanti specie se vengono a contatto con le nostre parti più sensibili della pelle,occhi e labbra,MA sono ottimi da mangiare,cotti perdono la caratteristica urticante e ne bastano una decina per un ottimo spaghetto o linguina. Per raccoglierli basta indossare dei guanti ed un attrezzo per scalzarli dalla pietra a cui sono attaccati a mezzo di ventose.Basta toccarli un po e si richiudono dopodiché con l'attrezzo si scalzano,semplice!!
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Augusto,il Mare è uno solo!!!!

Avatar utente
Kraken
Socio Fondatore
Messaggi: 15067
Iscritto il: 28 set 2009, 23:30
Imbarcazione posseduta: Acquaviva sea leader 24
Dove Navighiamo: Golfo di Pozzuoli,golfo di Napoli,le isole,Procida,Ischia,Capri,Ponza,Ventotene,ecc.ecc.
Località: Napoli
Contatta:

Re: I frutti di Mare

Messaggio da Kraken » 12 mar 2018, 23:22

La "Carnummola" o limone di Mare,o uovo di Mare ecc.ecc.In ogni regione d'Italia viene chiamata in modo diverso ed io,la chiamo"Il viagra del Mare", certamente noi navigatori non ne abbiamo bisogno ma giusto a livello informativo per tutti lo devo elencare. La sua forma ricorda più una grossa patata molto irregolare,mi è capitato di pescarla dal metro di profondità ai 40 metri,il colore del guscio è marrone con variazioni più chiare o più scure a secondo della zona,il frutto interno è giallo intenso e rosso vivo,il guscio è calloso e si taglia facilmente con un coltello.Il sapore è caratteristico di Iodio,amarostico intenso,anche nel profumo.Si trova lungo tutte le nostre coste specie rocciose ed in special modo sulle punte esposte alle correnti marine,infatti possiede dei sifoni che filtrano acqua.Per staccarlo facilmente dalla roccia basta dargli una mezza girata e strapparlo con decisione.Nei mercatini dalle mie parti è molto richiesto,specie dagli anziani e da signore per i propri mariti,si vendono singolarmente e ne bastano poche per avere effetto
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Augusto,il Mare è uno solo!!!!

Avatar utente
mikke
Moderatore
Messaggi: 6629
Iscritto il: 06 mar 2012, 09:33
Imbarcazione posseduta: Saver 690 cabin sport Mercury verado 200 CV
Dove Navighiamo: alto Adriatico, Croazia.
Località: Porto buso
Contatta:

Re: I frutti di Mare

Messaggio da mikke » 12 mar 2018, 23:53

:shock
Mai visto. :inchino oppure l'ho visto ma non sapevo cos'era. :smt102,
Ma si apre? Fanno qualche movimento?

Mi spiego, i mussoli da lontano li vedi che hanno i gusci aperti ( sembrano le ali degli angeli) ma come ti avvicini si chiudono. Molte volte è quello il movimento che ti permette di vederli.

Rispondi

Social Media

       

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti