Tapatalk è stato disattivato per questioni tecniche, ci scusiamo per il disagio

Fly da 13 metri. Consigli

La passione che ci accomuna.
Avatar utente
Nettuno
Appassionato
Messaggi: 825
Iscritto il: 28 feb 2010, 07:48
Imbarcazione posseduta: Gobbi 335 SC
Dove Navighiamo: Isole Maltesi, Canale di Sicilia, Ionio, Tirreno
Località: Malta

Re: Fly da 13 metri. Consigli

Messaggio da Nettuno » 09 set 2019, 21:15

Carnevali se ricordo bene quando divento 43 nell 98 allungo lo scafo di un paio di cm. 140 presentato 2001 di circa 30 cm.

Si il 36 navigava un po appopatao senza flap ma flap giu all 50% andava bene. Il 42 andava meglio con gli Aifo 400hp. Con I Cat V8 da 10 litri non cosi tanto, Il 43 andava meglio con gli Aifo 500hp e o Volvo 480hp 74 o 75. Lo stesso vale per.

La tua Coma Raffaelli Middle 94 andava poi uno spettacolo con una distrubuzione pesi perfetta. Ci puoi mettere ogni motore che vuoi su quella barca. Una domanda come andava con gli Aifo 400hp?
www.poweryachtblog.com

Avatar utente
coma66
Socio Fondatore
Messaggi: 9210
Iscritto il: 23 feb 2009, 22:12
Imbarcazione posseduta: Gommone Soremar+ Mercury 125
Dove Navighiamo: adriatico
Località: morrovalle

Re: Fly da 13 metri. Consigli

Messaggio da coma66 » 09 set 2019, 21:22

Nettuno ha scritto:
09 set 2019, 21:15
Carnevali se ricordo bene quando divento 43 nell 98 allungo lo scafo di un paio di cm. 140 presentato 2001 di circa 30 cm.

Si il 36 navigava un po appopatao senza flap ma flap giu all 50% andava bene. Il 42 andava meglio con gli Aifo 400hp. Con I Cat V8 da 10 litri non cosi tanto, Il 43 andava meglio con gli Aifo 500hp e o Volvo 480hp 74 o 75. Lo stesso vale per.

La tua Coma Raffaelli Middle 94 andava poi uno spettacolo con una distrubuzione pesi perfetta. Ci puoi mettere ogni motore che vuoi su quella barca. Una domanda come andava con gli Aifo 400hp?

guarda, sai che non lo so?
Che io sappia ne hanno fatta solo una con gli Aifo perchè l'armatore era un rivenditore dei motori Fiat quindi....
La barca con la quale facevo il paragone sotra era un Typhoon della Raffaelli, non mi riferivo al Middle.....
Comunquie anche con i flaps giu non andava, il 42 aveva la stessa malattia poi curata con l'upgrade della carena.....
Quel mio amico aveva provato a fare di tutto per far stare un pò giu la prua ma niente da fare.....
Homosapiensnonurinatinventum

Avatar utente
MarkuzIII
Associati
Messaggi: 127
Iscritto il: 14 feb 2019, 16:47
Imbarcazione posseduta: Della Pasqua DC9S Fly
Dove Navighiamo: Adriatico Settentrionale

Re: Fly da 13 metri. Consigli

Messaggio da MarkuzIII » 09 set 2019, 22:42

Domanda da ignorante!

Ma usare i flap è male?
To sea or not to sea?

Avatar utente
MarkuzIII
Associati
Messaggi: 127
Iscritto il: 14 feb 2019, 16:47
Imbarcazione posseduta: Della Pasqua DC9S Fly
Dove Navighiamo: Adriatico Settentrionale

Re: Fly da 13 metri. Consigli

Messaggio da MarkuzIII » 10 set 2019, 00:47

andi ha scritto:
09 set 2019, 11:47
Il 140 dovrebbe essere da fine 2001, la mia è fine 2002 immatricolata 2003, le prime hanno anche l'immatricolazione a licenza 11.99, che può essere una comodità in certi porti (vedi croazia)
faccio una mia considerazione: quasi tutti fanno sempre la stessa domanda iniziale: come naviga con mare mosso. Io credo che le barche dei cantieri più noti si comportino con variazioni non significanti per il diportista medio, che non va certo a prendersi 2 metri di onda (oltretutto adesso che le previ sono abbastanza attendibili), forse è più importante se naviga appoppata o con assetto non ottimale, ma nche qui le differenze non credo siano cosi' significative
Assolutamente sono d'accordo sul discorso della qualità generale.
Però per quanto le previsioni siano attendibili il mare o il clima non vanno mai sottovalutati.
Almeno a mio modesto parere.

Inoltre il clima sta davvero cambiando negli ultimi anni, diventando "tropicale", questo lo dico perché d'estate lavoro all'aperto in un settore dove (servizi per lo spettacolo) le commissioni di vigilanza hanno aumentato l'impatto del vento in zona costiera a 100/120 km/h. Solo st'estate abbiamo assistito a tre fenomeni violentissimi di downburst concentrati in 200 km di costa, parlo di Milano Marittima, Numana, Rimini.

È vero che non è che si forma un onda di due metri in 5 minuti... Ma se dovesse capitare a me piace pensare di avere motore per tornare al primo porto sicuro senza problemi. Per la serie Capitano coraggiosi... :lol:

Navigo in adriatico, non nell'oceano o nel Tirreno, ma di onde "dritte" ne abbiamo a sufficienza per farmi riflettere su come una barca tiene il mare. :smt103

E aggiungo che se l'idea è quella di aumentare le dimensioni è perché (con le dovute precauzioni e guardando tutte le previsioni) spero di fare ancora più esperienza in mezzo al mare allontanandomi da "casa".

Con tutti i soldi che ci voglio spendere poi, tantini almeno per me, e vista la mia scarsissima esperienza in barche di un certo tipo, vorrei evitare in comprare un moscone mal motorizzato! :gu03

Tutto qua!
Tu Andi hai quindi un 140? Come ti trovi?
To sea or not to sea?

Avatar utente
Nettuno
Appassionato
Messaggi: 825
Iscritto il: 28 feb 2010, 07:48
Imbarcazione posseduta: Gobbi 335 SC
Dove Navighiamo: Isole Maltesi, Canale di Sicilia, Ionio, Tirreno
Località: Malta

Re: Fly da 13 metri. Consigli

Messaggio da Nettuno » 10 set 2019, 02:50

Guarda io avevo provato il 42 con Aifo 400hp e non andava male. Cera un metro di onda rizacca un po corta quell giorno di Luglio a Ravenna. Il Carnevali visto anche la forma della carena che chiude a un V di 18 gradi, non andava male quell giorno.
Con certe carene un angolo lo bocchi sempre se sei attorno a 5 gradi non e male, e Carnevali stavo cosi. Poi sopra I 24 nodi andava pure meglio. E con flap giu quell giorno avevammo tocato 29 nodi.
www.poweryachtblog.com

Avatar utente
coma66
Socio Fondatore
Messaggi: 9210
Iscritto il: 23 feb 2009, 22:12
Imbarcazione posseduta: Gommone Soremar+ Mercury 125
Dove Navighiamo: adriatico
Località: morrovalle

Re: Fly da 13 metri. Consigli

Messaggio da coma66 » 10 set 2019, 08:53

MarkuzIII ha scritto:
09 set 2019, 22:42
Domanda da ignorante!

Ma usare i flap è male?

No non è male se li usi in suituazioni particolari, ma una barca ben studiata in assetto, velocità e carico da crociera dovrebbe navigare neutra.
se servono dei flaps abbassati per una navigazione normale vuol dire che c'è qualcosa che non va bene.
Se guardi un aereo, vedrai che in fase di decollo ed atterraggio aprono i flaps e gli slat, ma durante il volo di tranzìsizione le ali sono neutre.
Il flap è un freno, non dimentichiamolo mai.
Se una barca nasce con un progetto che la vuole con tot di carico, tot di potenza e tot di velocità deve avere una carena che da neutra ha una portanza X. Se così non è è sbagliata.
Ora se la volecita di cui sopra fosse corrispondente a 25 nodi ed uno vuol viaggiare a 20 nodi ci sta che tira giu i flap, ma se per farla navigare assettata deve farlo anche a 25 nodi, allora c'è uno sbaglio di progetto oppure una modifica di questo che porti ad un equilibrio che non c'è piu, ad esempio montare dei motori diversi con pesi o potenze diverse.
Homosapiensnonurinatinventum

Avatar utente
coma66
Socio Fondatore
Messaggi: 9210
Iscritto il: 23 feb 2009, 22:12
Imbarcazione posseduta: Gommone Soremar+ Mercury 125
Dove Navighiamo: adriatico
Località: morrovalle

Re: Fly da 13 metri. Consigli

Messaggio da coma66 » 10 set 2019, 09:00

MarkuzIII ha scritto:
10 set 2019, 00:47
andi ha scritto:
09 set 2019, 11:47
Il 140 dovrebbe essere da fine 2001, la mia è fine 2002 immatricolata 2003, le prime hanno anche l'immatricolazione a licenza 11.99, che può essere una comodità in certi porti (vedi croazia)
faccio una mia considerazione: quasi tutti fanno sempre la stessa domanda iniziale: come naviga con mare mosso. Io credo che le barche dei cantieri più noti si comportino con variazioni non significanti per il diportista medio, che non va certo a prendersi 2 metri di onda (oltretutto adesso che le previ sono abbastanza attendibili), forse è più importante se naviga appoppata o con assetto non ottimale, ma nche qui le differenze non credo siano cosi' significative
Assolutamente sono d'accordo sul discorso della qualità generale.
Però per quanto le previsioni siano attendibili il mare o il clima non vanno mai sottovalutati.
Almeno a mio modesto parere.

Inoltre il clima sta davvero cambiando negli ultimi anni, diventando "tropicale", questo lo dico perché d'estate lavoro all'aperto in un settore dove (servizi per lo spettacolo) le commissioni di vigilanza hanno aumentato l'impatto del vento in zona costiera a 100/120 km/h. Solo st'estate abbiamo assistito a tre fenomeni violentissimi di downburst concentrati in 200 km di costa, parlo di Milano Marittima, Numana, Rimini.

È vero che non è che si forma un onda di due metri in 5 minuti... Ma se dovesse capitare a me piace pensare di avere motore per tornare al primo porto sicuro senza problemi. Per la serie Capitano coraggiosi... :lol:

Navigo in adriatico, non nell'oceano o nel Tirreno, ma di onde "dritte" ne abbiamo a sufficienza per farmi riflettere su come una barca tiene il mare. :smt103

E aggiungo che se l'idea è quella di aumentare le dimensioni è perché (con le dovute precauzioni e guardando tutte le previsioni) spero di fare ancora più esperienza in mezzo al mare allontanandomi da "casa".

Con tutti i soldi che ci voglio spendere poi, tantini almeno per me, e vista la mia scarsissima esperienza in barche di un certo tipo, vorrei evitare in comprare un moscone mal motorizzato! :gu03

Tutto qua!
Tu Andi hai quindi un 140? Come ti trovi?

L'adriatico è un mare molto strano,
se parli con dei progettisti e gli dici di carena adriatica si mettono a ridere ma ti posso assicurare che esistono eccome....
In adriatico il mare si forma in maniera repentina con onde corte e secche che ti sconquassano, difficilmente si avranno le onde lunghe tipiche di un mare lungo , ma se arriva un neverin, o dopo mezza giornata di scirocco, le onde il mare schiuma, la forza è rabbiosa.
Una carena che aiuta molto è quella che ha la sua lunghezza che consente di mettrere due o piu creste sotto, questo farà si che ci si navighi sopra ad una velocità accettabile, non serve una V enorme, perchè non dobbiamo aprirle e navigarci dentro, ma sopra.
Quindi visto che il punto piu largo del mare nostro, è di 100 miglia, se hai una barca che scorre, al massimo starai due o tre ore in mezzo, considerando che non parti mai con la burrasca iniziata,ma se dovesse capitare che tyi becca, allora hai la velocità per fuggire prima che si formi in maniera completa e potente.
Homosapiensnonurinatinventum

Avatar utente
MarkuzIII
Associati
Messaggi: 127
Iscritto il: 14 feb 2019, 16:47
Imbarcazione posseduta: Della Pasqua DC9S Fly
Dove Navighiamo: Adriatico Settentrionale

Re: Fly da 13 metri. Consigli

Messaggio da MarkuzIII » 10 set 2019, 22:33

Grazie ragazzi delle risposte.
Purtroppo quest'anno lo scirocco mi ha tirato un brutto scherzo e quello di cui parli Coma mi è ben chiaro. Devo dire che il DC, tolta la valanga d'acqua che mi passava sopra, non ha fatto una piega!

Sui flap onestamente, farò un po' di prove, Io li uso normalmente ma solo perché mi sembra a sentimento che la barca Navighi meglio.

Tornando a parlare di consigli su barche qualcuno ha dei feedback rispetto alla generazione di motori Iveco C78 Ent M50?
Nelle solite chiacchiere da bar e da banchina non che qui sul forum ho recepito che tolte le serie Aifo vecchie tipo SRM quelle dopo non sono un Gran Cynar...
Qualche esperienza?
To sea or not to sea?

Avatar utente
andi
Appassionato
Messaggi: 480
Iscritto il: 23 ago 2008, 12:22
Imbarcazione posseduta: Carnevali 140
Dove Navighiamo: Adriatico centro e nord
Località: Mestre

Re: Fly da 13 metri. Consigli

Messaggio da andi » 11 set 2019, 11:49

MarkuzIII ha scritto:
10 set 2019, 00:47
andi ha scritto:
09 set 2019, 11:47
Il 140 dovrebbe essere da fine 2001, la mia è fine 2002 immatricolata 2003, le prime hanno anche l'immatricolazione a licenza 11.99, che può essere una comodità in certi porti (vedi croazia)
faccio una mia considerazione: quasi tutti fanno sempre la stessa domanda iniziale: come naviga con mare mosso. Io credo che le barche dei cantieri più noti si comportino con variazioni non significanti per il diportista medio, che non va certo a prendersi 2 metri di onda (oltretutto adesso che le previ sono abbastanza attendibili), forse è più importante se naviga appoppata o con assetto non ottimale, ma nche qui le differenze non credo siano cosi' significative
Assolutamente sono d'accordo sul discorso della qualità generale.
Però per quanto le previsioni siano attendibili il mare o il clima non vanno mai sottovalutati.
Almeno a mio modesto parere.

Inoltre il clima sta davvero cambiando negli ultimi anni, diventando "tropicale", questo lo dico perché d'estate lavoro all'aperto in un settore dove (servizi per lo spettacolo) le commissioni di vigilanza hanno aumentato l'impatto del vento in zona costiera a 100/120 km/h. Solo st'estate abbiamo assistito a tre fenomeni violentissimi di downburst concentrati in 200 km di costa, parlo di Milano Marittima, Numana, Rimini.

È vero che non è che si forma un onda di due metri in 5 minuti... Ma se dovesse capitare a me piace pensare di avere motore per tornare al primo porto sicuro senza problemi. Per la serie Capitano coraggiosi... :lol:

Navigo in adriatico, non nell'oceano o nel Tirreno, ma di onde "dritte" ne abbiamo a sufficienza per farmi riflettere su come una barca tiene il mare. :smt103

E aggiungo che se l'idea è quella di aumentare le dimensioni è perché (con le dovute precauzioni e guardando tutte le previsioni) spero di fare ancora più esperienza in mezzo al mare allontanandomi da "casa".

Con tutti i soldi che ci voglio spendere poi, tantini almeno per me, e vista la mia scarsissima esperienza in barche di un certo tipo, vorrei evitare in comprare un moscone mal motorizzato! :gu03

Tutto qua!
Tu Andi hai quindi un 140? Come ti trovi?
Una buona barca, con buona impiantistica e comoda disposizione degli interni. Va bene sui 21 nodi di crociera, ma puoi navigare anche a 19 con un po di flap
Andrea

Avatar utente
MarkuzIII
Associati
Messaggi: 127
Iscritto il: 14 feb 2019, 16:47
Imbarcazione posseduta: Della Pasqua DC9S Fly
Dove Navighiamo: Adriatico Settentrionale

Re: Fly da 13 metri. Consigli

Messaggio da MarkuzIII » 16 set 2019, 23:58

Ritorno a bomba sull'argomento.

Oggi ho provato in mare (senza meccanico) il Dc12s di cui parlavo.

Premetto che sono ignorante ovvero ignoro la materia dato che oggi per me è stata la prima volta su una barca al di sopra degli 11 mt e soprattutto su una barca di questo tipo.

Parto dalla prima impressione sulla "sostanza" dell'imbarcazione. Uno scoglio, in senso positivo: robusta, stabile, direi importante, dico una cazzata ma l'ho sentita quasi più un motor yacht che un Fly (però è una prima impressione quindi siate clementi).

Manovrabilità: il proprietario è uscito ed entrato da un posto barca con estrema facilità (anche per esperienza) avendo davanti a sé solo un metro in più della lunghezza. Elica di prua e di poppa utilissime. Velocità al minimo un peletto altina secondo me, 5 nodi quasi 5,5. Ma direi ok.

Rumorosità e comfort buoni, poco rumore in crociera in cabina, pochissimo sul Fly. Fumi di scarico oserei dire perfetti, nessun risucchio o rientro (e questo per me era un must nel cambio)

Potenza motori. Più che sufficiente! La barca esce dall'acqua in pochissimi secondi e tra 1600 e 2000 giri sale che è una meraviglia. Senza dare il minimo sentore di "oddio c'è la faccio con fatica" anzi... Direi il contrario. Velocità di crociera 23,5 nodi a 2200 giri. Velocità massima 28 nodi a 2650 giri circa.

Assetto: zero flap, barca più che dritta e inclinazione di pochissimi gradi da 10 a 27 nodi. Spiaggetta asciutta anche in dislocamento per intenderci. Anzi per provare i flap ci siamo quasi appruati troppo. Bene no??

Unica nota stonata la timoneria, duretta e a reazione lenta.... Ovvio io vengo da un Dc7 con piede, ho fatto una stagione su un Dc9, che ne so di come deve virare una roba del genere?? :smt083
Però, essendo una timoneria come la mia, hydraflex, secondo me la differenza tra il mio Dc9 e questa è troppo marcata, qualcosa non va e non per incuria dell'armatore ma per reale mancato utilizzo in questa stagione. Alcune idee, suggerimenti opinioni in merito? Tolta la durezza, in quanto deve virare un 43 piedi lanciato a 23 nodi?? Più che altro penso al dover scartare un ostacolo...

Finale, a me è piaciuta. Gran bella barca, solida e "sicura" al tatto! Ben motorizzata... Meno motoscafo, permettetemi e, ripeto quasi più Motoryacht.

Datemi dei feedback e delle opinioni (compresa e soprattutto sulla timoneria).

:help
Attendo fiducioso e grazie mille!
To sea or not to sea?

Avatar utente
coma66
Socio Fondatore
Messaggi: 9210
Iscritto il: 23 feb 2009, 22:12
Imbarcazione posseduta: Gommone Soremar+ Mercury 125
Dove Navighiamo: adriatico
Località: morrovalle

Re: Fly da 13 metri. Consigli

Messaggio da coma66 » 17 set 2019, 08:03

Se sei abituato con i piedi, ogni timoneria delle linee d'assi ti sembrerà lenta, questo perchè nel primo caso sposti le eliche, nel secondo una piccola lama disposta vericalmente dietro le eliche.
E' normale.
Circa la duerezza della timoneria, questo è strano, ma se lo hai notato, non sarà un problema ripristinare tutto, magari sarà la pompa, o manca un pò di olio, in ogni caso occhio che le timoerie idrailiche viaggiano a cifre sopra i 1000 euri.
Velocità al minimo, lo deve fare, hai i motori potenti ed eliche grandi, al minimo dei giri, la barca viaggia a 5/6 nodi e ti dirò che mi paiono pure pochi, se dovrai andare piu piano dovrai abituarti a dare gas e togliere per non fare prendere troppo abbrivio.
Per il resto, le prestazioni in nodi con quei motori sono deludenti ma gia sapevamo che sarebbe stato cosi, quindi nulla di anormale, 28 nodi di massima con quei motori sono una velocità che secondo me è bassissima, però mi pare di aver capito che la scintilla è scattata.......
Homosapiensnonurinatinventum

Avatar utente
andi
Appassionato
Messaggi: 480
Iscritto il: 23 ago 2008, 12:22
Imbarcazione posseduta: Carnevali 140
Dove Navighiamo: Adriatico centro e nord
Località: Mestre

Re: Fly da 13 metri. Consigli

Messaggio da andi » 17 set 2019, 12:41

Secondo me, se ti accontenti di interni un po' datati, rispetto a barche degli stessi anni, di che anno è questa? (non credo le ultimissime); sopratutto se non ricordo male i bagni; la barca sicuramente è una buona barca
Andrea

Avatar utente
MarkuzIII
Associati
Messaggi: 127
Iscritto il: 14 feb 2019, 16:47
Imbarcazione posseduta: Della Pasqua DC9S Fly
Dove Navighiamo: Adriatico Settentrionale

Re: Fly da 13 metri. Consigli

Messaggio da MarkuzIII » 17 set 2019, 13:42

andi ha scritto:
17 set 2019, 12:41
Secondo me, se ti accontenti di interni un po' datati, rispetto a barche degli stessi anni, di che anno è questa? (non credo le ultimissime); sopratutto se non ricordo male i bagni; la barca sicuramente è una buona barca
Anno 2005, 450 ore di moto.
To sea or not to sea?

Avatar utente
Nettuno
Appassionato
Messaggi: 825
Iscritto il: 28 feb 2010, 07:48
Imbarcazione posseduta: Gobbi 335 SC
Dove Navighiamo: Isole Maltesi, Canale di Sicilia, Ionio, Tirreno
Località: Malta

Re: Fly da 13 metri. Consigli

Messaggio da Nettuno » 17 set 2019, 17:38

So che e un DC ma faccio un discorso analogo.
La timoneria lenta e molto tipica delle barche Ferretti o dell Gruppo Ferretti. O curato un Pershing 37 ma anche il 43 a la stessa. Per ezempio o portato un Cayman 58 per due stagioni dove la timoneria sembrava quella di una barca con I piedi, incredible. La timoneria dell Cayman era piu manovriera di quella dell Sunseeker, che non e poco. Sunseeker e la barche Inglesi grazie anche hai tunnel e all stile della navigazione (un po appopatta) sono manovriere non poco.

Poi o saputo grazie a un vicino pontile che queste barche hanno un valvola che se la cambi il timone divena molto leggero e la barca cambia non di poco.
Per ritornare all discorso dell barche Ferretti Group (anni 2000) loro su molte barche offrivano anche due timoni qualche volta all insaputa di molti clienti, e di serie montavano sempre il timone piccolo che garantiva piu performance in linea con quello dichiarata nella brochure/ scheda tecnica.
www.poweryachtblog.com

Avatar utente
Fabiotto
Nuovo Utente
Messaggi: 6
Iscritto il: 08 set 2010, 11:30
Imbarcazione posseduta: comar clanship 34 fly
Dove Navighiamo: tirreno
Località: milano

Re: Fly da 13 metri. Consigli

Messaggio da Fabiotto » 18 set 2019, 21:41

Salve a tutti
Se puo interessare vendo cranchi atlantique 40 fly del 2003 mot. Volvo 370 tamd 63 in ottimo stato sempre manutenuta da me nei motori e impianti elettrico e idraulico.
Ore 1300

Rispondi

Social Media