Personaggi legati al mare

Persone e personaggi che sono rimasti impressi nella nostra memoria
Rispondi
       
Avatar utente
bruno21
Appassionato
Messaggi: 1367
Iscritto il: 09 dic 2010, 21:11
Imbarcazione posseduta: vegliatura 27'
Dove Navighiamo: arcipelago toscano - sardegna nord occidntale
Località: montecatini terme

Personaggi legati al mare

Messaggio da bruno21 »

LO ZIO MARIO

Mentre mi avvicinavo lentamente al gozzetto, Mario mi faceva dei gran segni facendomi capire che qualche calamaro lo aveva preso.
Accostai da sottovento, come voleva lui, e quando gli fui affiancato Mario porse il secchio al mio compagno di pesca.
Nel secchio c’erano tre calamari, dei quali due belli vivi e guizzanti ed uno agonizzante, li mettemmo nella vasca apposita già riempita d’acqua e avviai la pompa per farla circolare e rinnovarla in continuazione.
Quale fosse la taglia la tariffa era di cinque euro a calamaro, mi riavvicinai nuovamente con venti euro messi dentro il lungo guadino, zio Mario li prese e voleva restituirmelo con il resto di cinque euro; gli dissi che ci saremmo rifatti la prossima volta, lui mi salutò con la mano e mi sorrise.
Ricominciò a manovrare le sue lenze e mentre mi allontanavo vidi che ne stava salpando un altro e lo metteva nel secchio.

Il vecchio gozzo in legno motorizzato con un monocildrico entrobordo era ormeggiato tra i pescherecci locali, era messo li in mezzo sicuramente per non pagare il posto barca, il comandante del porto e gli ormeggiatori fingevano di non vederlo, mentre le barche vicine si erano leggermente allargate per fargli spazio.
Immancabilmente alle quattro del mattino, zio Mario usciva dal porto e andava a pescare vicino alla boa del fanale verde ancorata ad un mezzo miglio dalla costa.
Calava le sue lenze armate di vecchi artificiali in piombo rivestiti in filo di seta avvolto, che lui stesso aveva costruito e che ogni tanto rinnovava.
Non l’ho mai visto pescare con una totanara comprata in negozio, qualcuno aveva provato ad offrirgliele, ma lui le aveva sempre rifiutate, diceva che non si fidava di quelle cose in plastica e continuava imperterrito a calare i suoi piombi variamente colorati.
Non aveva neppure mai voluto mettere i suoi calamari in una nassa rigida, come anch’io gli avevo consigliato e mi ero offerto di comprargliela, troppo complicata, mi disse, il secchio va meglio.
In realtà nel secchio i calamari soffrivano e dopo poco morivano, ma niente e nessuno poteva fargli cambiare idea.
Sapevo da conoscenti che era rimasto solo, aveva negli anni perduto la moglie il figlio e anche la nuora se ne era andata molto giovane, gli era rimasta solo una nipote che fortunatamente si prendeva cura di lui e lo assecondava in quella che era la sua grande ed unica passione: la pesca al calamaro.

I trainisti con il vivo, uscendo dal porto per andare a fare l’esca, facevano prima visita allo zio Mario acquistando da lui quelli che aveva catturato e se non fossero stati sufficienti li avrebbero integrati con quelli che avrebbero preso loro stessi provando davanti al faro di Capo Testa o davanti la spiaggia della Mormorata.
Zio Mario pescava con tre lenze calate sul fondo e appoggiate sul bordo della barca, le muoveva continuamente e con una rara sensibilità, frutto delle tante ore trascorse a praticare questa pesca, sentiva quando la sua preda si stava avvicinando e con un colpo secco li faceva infilzare dalla spugnetta di aghi posta alla base dei suoi piombi-esca.
Le sue mani scure, screpolate dal salmastro e dal sole, sollevavano dolcemente la sua cattura dal fondo fino alla superficie, per poi depositarla nel suo secchio pieno di acqua e liberarla dagli acuminati spilli.
La sua testa imbiancata dal tempo, ritmava con un leggero movimento avanti ed indietro il salpaggio e un sorrisetto nasceva sul suo volto avvizzito quando la preda era al sicuro.
Alcune volte mi sono fermato a breve distanza da lui per cercare di strappargli qualche segreto, ma la sua azione era così limpida e pura, quasi naturale, facile come bere un bicchiere d’acqua, non c’era alcun segreto ne alcuna malizia, così, quando ne aveva due o tre nel secchio mi avvicinavo per acquistarli.
Non aveva clienti preferiti, per cui chi prima arrivava prima veniva servito.
Faceva eccezione solo un principe del foro locale, che, probabilmente, come si mormorava in porto, aveva fatto dei grossi piaceri alla sua nipote e zio Mario cercava di ricambiare come poteva.
Quando usciva lui tutti i calamari che aveva catturato fino ad allora avevano già il destinatario e solo successivamente li avrebbe venduti ai pescatori.

L’età di zio Mario era indefinibile comunque molto vicina agli ottanta e forse più, e anche il gozzetto in legno doveva avere più o meno la medesima età.

Verso le undici rientrava in porto, ormeggiava la sua barca manovrando con destrezza e sicurezza, scendeva a terra portando con se un sacchetto in nylon contenente l’attrezzatura e in un altro gli eventuali calamari rimasti invenduti e si avviava a piedi verso la sua vicina casa, caracollando un po’ sulle gambe con passo incerto, per le tante ore trascorse seduto nella panchetta della barca, poi, voltando in una stradina laterale, spariva alla vista.

Non so bene cosa fosse successo, ma lo scorso anno zio Mario non era la mattina al suo solito posto, il suo gozzo era sempre al suo ormeggio e affacciandomi dalla banchina vedevo nel pozzetto uno strato di acqua che non avrebbe dovuto esserci, segno di trascuratezza ed abbandono.

Non ho mai avuto il coraggio di chiedere a nessuno il perché della sua assenza e dello stato di abbandono della barca, avendo paura della risposta.
Nella mia immaginazione, quando esco dal porto, vedo ancora la sua minuscola barca ondeggiare sulla brezza del maestrale, quasi a far parte dello stupendo paesaggio che ha per sfondo oltre al mare ed alla costa, il meraviglioso dono della vita.
il mare è specchio del cielo

Avatar utente
Kraken
Socio Fondatore
Messaggi: 16998
Iscritto il: 28 set 2009, 23:30
Imbarcazione posseduta: Acquaviva sea leader 24
Dove Navighiamo: Golfo di Pozzuoli,golfo di Napoli,le isole,Procida,Ischia,Capri,Ponza,Ventotene,ecc.ecc.
Località: Napoli
Contatta:

Re: Personaggi legati al mare

Messaggio da Kraken »

Io sono convinto che lo Zio Mario sia sempre lì,a pescare i suoi calamari,come tanti altri personaggi che nella vita hanno inciso la loro essenza nel mare e nella terra.Rimarranno per sempre lì e non solo nella memoria di qualcuno,basta guardarli con la fantasia e loro torneranno a vivere. :smt039 :smt039 :smt039 :smt039 :smt039 :smt039
Augusto,il Mare è uno solo!!!!

Avatar utente
bruno21
Appassionato
Messaggi: 1367
Iscritto il: 09 dic 2010, 21:11
Imbarcazione posseduta: vegliatura 27'
Dove Navighiamo: arcipelago toscano - sardegna nord occidntale
Località: montecatini terme

Re: Personaggi legati al mare

Messaggio da bruno21 »

Nel corso della vita capiterà ad ognuno di noi, o è già accaduto, di incontrare e conoscere alcuni personaggi legati al mare.
Molte volte si tratta di persone comunissine ma dotate, chissà perchè, di un grande fascino o di una grande personalità che li fa apparire ai nostri occhi diversi dagli altri.
Non sarebbe male aprire una sezione apposita per poter raccontare di questi personaggi che rimangono impressi nella nostra memoria, come per me il mio amico Arnaldo, del quale ho scritto un mio ricordo tempo fa, o come lo zio Mario.
Tra un importante argomento di nautica, di barche, di motori, di mare, forse, a qualcuno di noi farebbe piacere ricordarsi di una persona.
il mare è specchio del cielo

Avatar utente
Openboat
Socio Fondatore
Messaggi: 17668
Iscritto il: 09 gen 2009, 21:47
Imbarcazione posseduta: Gobbi e tutte quelle degli amici
Dove Navighiamo: Adriatico:tutto
Località: Rimini-Ravenna

Re: Personaggi legati al mare

Messaggio da Openboat »

Anch'io ho avuto la fortuna di aver conosciuto uno "zio Mario" Croato.......
Immagine 654.jpg
Cest la vie.....Guai se non fosse cosi'.........
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
God is my copilot

Avatar utente
Kraken
Socio Fondatore
Messaggi: 16998
Iscritto il: 28 set 2009, 23:30
Imbarcazione posseduta: Acquaviva sea leader 24
Dove Navighiamo: Golfo di Pozzuoli,golfo di Napoli,le isole,Procida,Ischia,Capri,Ponza,Ventotene,ecc.ecc.
Località: Napoli
Contatta:

Re: Personaggi legati al mare

Messaggio da Kraken »

bruno21 ha scritto:Nel corso della vita capiterà ad ognuno di noi, o è già accaduto, di incontrare e conoscere alcuni personaggi legati al mare.
Molte volte si tratta di persone comunissine ma dotate, chissà perchè, di un grande fascino o di una grande personalità che li fa apparire ai nostri occhi diversi dagli altri.
Non sarebbe male aprire una sezione apposita per poter raccontare di questi personaggi che rimangono impressi nella nostra memoria, come per me il mio amico Arnaldo, del quale ho scritto un mio ricordo tempo fa, o come lo zio Mario.
Tra un importante argomento di nautica, di barche, di motori, di mare, forse, a qualcuno di noi farebbe piacere ricordarsi di una persona.
Potrebbe rientrare nella sezione "Modi di fare e tradizioni marinare",come una rubrica a completamento con nome "Miti e personaggi legati al Mare",sarebbe bello ed ancor più bello che tu la seguissi. :smt017 :smt017 :smt017 :smt039
Augusto,il Mare è uno solo!!!!

Avatar utente
bruno21
Appassionato
Messaggi: 1367
Iscritto il: 09 dic 2010, 21:11
Imbarcazione posseduta: vegliatura 27'
Dove Navighiamo: arcipelago toscano - sardegna nord occidntale
Località: montecatini terme

Re: Personaggi legati al mare

Messaggio da bruno21 »

Kraken ha scritto:
bruno21 ha scritto:Nel corso della vita capiterà ad ognuno di noi, o è già accaduto, di incontrare e conoscere alcuni personaggi legati al mare.
Molte volte si tratta di persone comunissine ma dotate, chissà perchè, di un grande fascino o di una grande personalità che li fa apparire ai nostri occhi diversi dagli altri.
Non sarebbe male aprire una sezione apposita per poter raccontare di questi personaggi che rimangono impressi nella nostra memoria, come per me il mio amico Arnaldo, del quale ho scritto un mio ricordo tempo fa, o come lo zio Mario.
Tra un importante argomento di nautica, di barche, di motori, di mare, forse, a qualcuno di noi farebbe piacere ricordarsi di una persona.
Potrebbe rientrare nella sezione "Modi di fare e tradizioni marinare",come una rubrica a completamento con nome "Miti e personaggi legati al Mare",sarebbe bello ed ancor più bello che tu la seguissi. :smt017 :smt017 :smt017 :smt039
Ottima idea Augusto, metterla come sottosezione o rubrica con codesto titolo, stai pure tranquillo che non ne perderei una parola mi affascinano moltissimo questi tipi di persone, non ne ho conosciute molte ma le ricordo tutte con affetto.
il mare è specchio del cielo

Avatar utente
furiots
Appassionato
Messaggi: 426
Iscritto il: 08 dic 2009, 08:20
Imbarcazione posseduta: baha ruiser 240 wac
Dove Navighiamo: trieste, slovenia, croazia
Località: trieste

Re: Personaggi legati al mare

Messaggio da furiots »

Purtroppo non ci sono più i " zio mario" di una volta...........Una generazione che si è portata nella tomba un mondo che non c'è più.Qui da noi, tra profughi istriani e dalmati molte tradizioni si sono tramandate sino ai giorni nostri.
Avevo anchio un personaggio molto simile a quello descritto da bruno.
Si chiamava Albano Albanese..........di origini dalmate, amico fraterno di Ottavio Missoni, che in questi momenti sta vivendo ore drammatiche. Entrambi olimpionici , sportivi con un attaccamento viscerale al mare.
Questo signore, per sbarcare il lunario apri molti anni fa un negozio di alimentari.........Talvolta entravo da lui alle 8 del mattino ed immancabilmente trovavo un vassoio di dondoli vivi, limone e del vino bianco ghiacciato. Capitava, seppur di rado di trovare anche Missoni nel retrobottega a gustare i frutti di mare che Albano andava a fare prima di aprir bottega.
Purtroppo l'amore per il mare l l'amministrazione di un attività non erano direttamente proporzionali e cosi il buon Albano vendette l'attività stesa ritrovandosi con una pensioncina da fame.......
Da quel giorno, per 365 giorni all'anno usciva in mare con un guscio di noce a remi . Pescava calamari, orate e tutto ciò che il mare gli poteva portare.Magari vendendo il pescato ai bagnanti per integrare la pensione che non gli permetteva di vivere.Nei giorni di maltempo lo trovavo fremente sui moli poichè le condizioni atmosferiche gli avevano impedito di uscire.........
a 76 anni scendeva in apnea a 16 metri senza muta nè pinne.............Ha continuato questa vita sino ad 86 anni........poi Dio l'ha voluto con se.......

Altra pasta, altri mondi........Di gente cosi non se ne vedrà mai più

Avatar utente
Jstar
Appassionato
Messaggi: 470
Iscritto il: 14 feb 2007, 16:06
Imbarcazione posseduta: Ex Tecnomariner Stealth Mythos - Ex Primatist 25
Dove Navighiamo: Sorrento - Capri - Ischia - Costiera Amalfitana - Cilento
Località: Portici - Castellammare di Stabia

Re: Personaggi legati al mare

Messaggio da Jstar »

Ogni volta che mi imbatto in un Topic iniziato da Bruno, sono certo, ancor prima di aprirlo, che leggerò avidamente tutto, affascinato dal suo modo di scrivere così semplice e coinvolgente...
Grazie di essere su questo Forum Bruno!!
:smt058
Guido

Avatar utente
gio72
Moderatore
Messaggi: 7339
Iscritto il: 22 mar 2010, 23:41
Imbarcazione posseduta: Sea Ray Seville 4-3 Gi volvo penta Dp
Dove Navighiamo: Golfo Trieste, Istria, Laguna di Grado e dintorni.
Località: Cormons (Go) e/o Dobrovo (Slo)

Re: Personaggi legati al mare

Messaggio da gio72 »

.......Grazie Bruno........perchè con la tua semplicità nel raccontare.......ci coinvolgi
tutti.....con vera amicizia.........ciao

Rispondi

Social Media